it
  • Piastre per cialde alla frutta
    Queste cialde farcite di frutta sono una specialità originaria dei cantoni orientali del Belgio e delle regioni delle città di Liegi e Verviers, note anche per l'originaria e diffusissima tradizione della frutticoltura.
     
    Le specialità possono avere un ripieno dolce, e contenere frutta di tanti tipi diversi, oppure salato, come per esempio una combinazione di formaggio e prosciutto.
    Più informazioni
    Piastre per cialde alla frutta
  • Piastre per coni gelato
    Per preparare coni gelato dalla cialda leggera e croccante. La cialda, ancora morbida e pieghevole subito dopo la cottura, si indurisce e diviene croccante dopo il raffreddamento.
    Più informazioni
    Piastre per coni gelato
  • Piastre per cialde al burro
    Queste cialde dolci si possono cuocere in versione croccante oppure leggermente più morbida, e si preparano con burro fresco.
    Più informazioni
    Piastre per cialde al burro
  • Piastre per cialde a cuore
    Questo tipo di cialda è originario della Germania, dove è noto con il nome di "Bergische Waffel", cioè cialda dei monti. Si prepara utilizzando una pastella piuttosto liquida e presenta una superficie croccante e l'interno ancora morbido.
     
    Le cialde a cuore vengono servite in caffè, caffetterie e pasticcerie e sono in vendita anche nei reparti dei prodotti da forno dei principali supermercati.
    Più informazioni
    Piastre per cialde a cuore

L'azienda HVD

Isidoor Van Damme iniziò la produzione di piastre per cialde a Bruxelles nel 1922. Il figlio Herbert proseguì l'attività paterna, contribuendo al tempo stesso ad ampliare le esportazioni dei prodotti all'estero.
 
Le cialde di Bruxelles e le piastre per realizzarle divennero gradualmente conosciute in tutto il mondo. L'Esposizione universale di New York del 1964 segnò l'inizio della diffusione del prodotto sul mercato americano. Gli americani, tuttavia, cominciarono rapidamente a preparare cialde diverse da quelle della ricetta originale belga, probabilmente a causa delle differenze di ingredienti. Queste cialde vengono chiamate "cialde belghe" anche se in realtà una "cialda belga" vera e propria non esiste, e il nome è semplicemente un concetto riassuntivo di tutti i vari tipi di cialde esistenti nel Belgio.

Dopo gli USA, fu la volta del Giappone, in cui i clienti che avevano acquistato le piastre si specializzarono gradualmente nella produzione di un tipo particolare di cialde, la cialda di Liegi. Questa si contraddistingue per il fatto che si prepara utilizzando zucchero in granella. Le regioni che circondano le città di Tienen e Liegi rappresentano la culla della produzione di zucchero di bietola in Belgio, e questo tipo di zucchero è un componente fondamentale nella produzione dello zucchero in granella, presente in proporzioni abbondanti nella cialda di Liegi.

Hubert van Damme ha presentato sempre il proprio prodotto con anima e corpo in tutto il mondo ed è noto per le sue approfondite conoscenze dell'arte della preparazione delle cialde. Nel 2002 fu acquisita l'azienda di Benny Pitteurs, che aveva accumulato una grande esperienza nell'esportazione di forni professionali e macchine per fornai e pasticcerie. Hubert van Damme nel frattempo si sta godendo il meritato pensionamento e, nei suoi viaggi in tutto il mondo, tiene sempre gli occhi bene aperti alla caccia di piastre per cialde prodotte dalla sua azienda.

Negli ultimi anni la HVD ha progredito notevolmente come azienda, grazie all'impiego di nuove tecnologie e tecniche produttive. Alla società si aprono inoltre nuovi mercati a seguito della partecipazione a fiere commerciali, in collaborazione con le società di promozione del commercio belghe Flanders Investment and Trade, Brussel Export e Agence Wallone d'Exportation.